BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NIGERIA/ Il vescovo Kaigama: il martirio di una Chiesa da 3 anni sotto le bombe

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Non posso ovviamente rispondere per conto del governo nigeriano, ma chiunque nel Paese parla di Boko Haram come di un gruppo terroristico. Si tratta infatti di persone che uccidono indiscriminatamente e usano la violenza come lo strumento principe per raggiungere i loro obiettivi. Al di là delle implicazioni politiche della lista redatta dagli Usa, Boko Haram è un gruppo terroristico collegato ad altre organizzazioni terroristiche.

 

Dietro la posizione del governo di Abuja si nasconde uno scarso impegno nella lotta al terrorismo?

 

Personalmente sono preoccupato soprattutto per il fatto che il governo nigeriano non è stato in grado di determinare in modo soddisfacente chi ci sia dietro a Boko Haram, chi sostenga il movimento, come si rifornisca di armi, raccolga il denaro e riesca a organizzarsi. Non so quindi perché il governo di Abuja si sia opposto a una definizione di Boko Haram come gruppo terrorista, ma noi sappiamo che sono terroristi perché uccidono bambini innocenti, donne e persone che non li hanno offesi in nessun modo.

 

Il titolo del Meeting è “La natura dell’uomo è rapporto con l’infinito”. Che cosa significa per la sua esperienza?

 

L’uomo vive in una doppia relazione, verticale e orizzontale. La prima è con Dio che è appunto infinito, la seconda con i suoi fratelli uomini e sorelle donne. L’uomo creato da Dio entra in relazione con l’infinito. Il catechismo, citando il Vangelo secondo Matteo, afferma che Dio mi ha creato perché io lo conosca, lo ami e lo serva in questo mondo, e sia felice con Lui per sempre in Paradiso.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.