BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SIRIA/ Geninazzi (Avvenire): l'ultimatum di Obama? Una finta "linea rossa" per coprire la viltà Usa

(Infophoto)(Infophoto)

Sull’Occidente dice: “noi dovremmo tenere in mente la popolazione civile. Perché la Siria è sempre stato un mosaico di convivenze e culture. Assad, per i suoi interessi di dittatore, ha tenuto in vita la libertà religiosa o perlomeno di culto. E ora c’è il rischio che scompaia”. E chiude: “i cristiani sono l’anello debole di una catena già indebolita, quella della società civile, dove c’è una minoranza che ancora sostiene il regime; però la maggior parte della gente ha capito che Assad ha fatto i suoi giorni e si augura che dopo di lui non venga il peggio”.

 

(Matteo Rigamonti)

© Riproduzione Riservata.