BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

J'ACCUSE/ Weiler: per Obama e Romney la fede è un vanto, per l’Ue una vergogna

Barack Obama durante una visita in una chiesaBarack Obama durante una visita in una chiesa

Sono un ebreo osservante che si astiene dal mangiare carne di maiale. Se fossi un politico sosterrei certamente la libertà dei ristoranti di servire prosciutto a chiunque desidera mangiarlo, inclusi gli ebrei non osservanti. Non mangio carne di maiale sulla base di quanto afferma la parola rivelata di Dio nelle scritture così come è stata interpretata dalla Tradizione. E mi sento di esortare tutti gli altri fratelli ebrei a obbedire a questa proibizione. Ma dal momento che non sono in grado di articolarla in motivazioni di carattere generale, sarebbe sbagliato se io la imponessi agli ebrei non credenti o ai gentili con il potere coercitivo dello Stato.

 

Obama è un protestante. Non so esattamente che cosa insegni la sua Chiesa nei confronti delle nozze gay, ma alcune chiese protestanti le consentono. Romney è un mormone, e ancora una volta non so che cosa affermi la sua chiesa per quanto riguarda le adozioni delle coppie omosessuali. Non posso quindi rispondere alla domanda relativa al fatto che le loro posizioni siano o meno in conflitto con la loro fede. Ma la domanda, come ho spiegato, è sbagliata. Ciò che è incoraggiante è il fatto che entrambi i candidati, pur affermando con fermezza il loro credo religioso, sembrano seguire la linea di Ratzinger nel non credere che le loro convinzioni religiose debbano essere tradotte in politiche pubbliche coercitive, fatta eccezione per i casi in cui possano essere difese dalla ragione pubblica.

 

Un cattolico potrebbe obiettare più seriamente a un politico che sostiene la possibilità di scegliere l’aborto, non in quanto l’aborto sia un peccato agli occhi di Dio così come rivelato dalle Sacre Scritture, quanto piuttosto perché quel particolare peccato è anche una grave trasgressione morale che può essere spiegata attraverso la ragione pubblica e che può essere combattuta su questo terreno anche nei confronti dei non credenti. Sulla strada tra Regensburg e il Bundestag abbiamo trovato nuova chiarezza su questi problemi. Questa dovrebbe diventare la nostra pietra di paragone nel valutare tali questioni.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
02/09/2012 - E le adozioni? (Daniele Ercoli)

Quindi, secondo l'Autore, le adozioni da parte delle coppie gay non sarebbero esecrabili sulla base di motivazioni razionali di carattere generale?