BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBIA/ Jean: la navi da guerra inviate da Obama? Mossa spettacolare, ma inutile

Pubblicazione:giovedì 13 settembre 2012 - Ultimo aggiornamento:giovedì 13 settembre 2012, 21.02

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Credo che anche questa sia un’affermazione decisamente fuori luogo. L’Egitto è legato agli Stati Uniti e il presidente Morsi lo ha recentemente confermato. I militari americani continuano a mantenere ottimi legami con quelli egiziani e il governo Morsi ha assicurato che continuerà a rispettare gli accordi di pace tra Egitto e Israele che sono poi essenziali per la pace in Medio Oriente. Mi sembra strano che, per avere qualche voto in più, un presidente di un Paese importante come gli Stati Uniti utilizzi situazioni del genere solo per fare battute ad effetto.

Come potrà risolversi ora l’intera vicenda?

Molto probabilmente non dovrà accadere niente di particolare e il tutto si attenuerà a poco a poco con il passare del tempo. Rimane però il fatto che in futuro gli Stati Uniti dovranno fare molta più attenzione nelle loro dichiarazioni decisamente troppo ardite. E’ naturale condividere la solidarietà nei confronti degli Usa dopo l’uccisione dell’ambasciatore a Bengasi, ma sarebbe stato opportuno reagire in modo molto più ragionevole e razionale.

Per esempio?

Come dicevo offrendo una collaborazione al governo libico per rafforzare le forze armate e quelle di polizia. Nel caos che tuttora permane non si può pretendere che questo governo riesca a controllare le milizie presenti.

Per quanto riguarda invece la sicurezza nazionale italiana?

Di fronte a una situazione talmente instabile è chiaro che l’Italia non può disinteressarsi totalmente. Per questo credo che dovrebbe fare uno sforzo maggiore per concorrere a creare in questi Paesi forze armate efficienti. E’ però evidente che un’eventuale azione italiana dovrebbe tradursi in una volontà europea: se il contagio dovesse coinvolgere il nostro Paese, inevitabilmente si diffonderà in tutto il Continente.

 

(Claudio Perlini)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.