BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FILM BLASFEMO/ Mikawi (giudice): chi ama l'islam non può bruciare la Bibbia

Foto Infophoto Foto Infophoto

Gli sheikh islamici hanno ribattuto che il profeta Maometto è stato attaccato diverse volte, e nessuno ha fatto niente per fermare chi lo aveva offeso. Hanno aggiunto che era loro dovere vendicarsi bruciando una Bibbia. La maggior parte della folla però si è opposta. I partiti e i movimenti islamisti che sono apparsi dopo la rivoluzione, e che per noi liberali sono degli avversari, si sono rifiutati di attaccare l’ambasciata o di toccare la Bibbia per danneggiarla. Oggi anche loro comprendono il vero significato della parola libertà.

 

Obama ha dichiarato che se il governo egiziano non si prenderà le sue responsabilità, dovrà affrontare dei seri problemi …

 

Proprio come in Egitto ci sono dei disordini politici, anche negli Stati Uniti ci sono divisioni in vista delle prossime elezioni presidenziali. I due candidati, Barack Obama e Mitt Romney, stanno strumentalizzando questo caso per promuovere i loro interessi. Il presidente democratico non ha protetto adeguatamente l’ambasciatore in Libia, Chris Stevens, e si è mostrato molto flessibile nei confrontidei musulmani. Il suo rivale repubblicano vuole invece mostrare che sta proteggendo i cristiani in Medio Oriente. Ancora una volta sono i politici a guidare la religione per fare ciò che conviene loro.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/09/2012 - Magistrati alla difesa di Dio? (Paolo Melacarne)

Io penso invece che i giudici dovrebbero occuparsi solo delle violenze vere, che vanno contro la dignità e la vita delle persone. Non so se Allah voglia essere difeso ma certamente il Dio dei cristiani non desidera essere difeso da noi e, francamente, mi sembra ridicolo pensare che ne abbia bisogno. Inviterei il giudice Mikawi a meditare Matteo 26,51-53. Chi brucia una copia della Bibbia o del Corano, chi brucia una bandiera, chi produce file e spettacoli squallidi (ne abbiamo molti in Italia) dimostra solo la sua stupidità. La cosa migliore che possiamo fare è ignorarlo, depotenziando al massimo il significato del suo gesto. Invece facendone argomento di legge diamo valore a una trasgressione e trasformiamo lo stupido in una vittima. Come cristiano se qualcuno brucia una Bibbia mi dispiacerebbe moltissimo ma continuerei a pensare che in fondo si tratta solo di un pezzo di carta e che la Bibbia è altro.