BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI USA/ Il sogno "scaduto" di Bill Clinton mette in crisi Obama

Pubblicazione:

Il presidente Obama con Bill Clinton (InfoPhoto)  Il presidente Obama con Bill Clinton (InfoPhoto)

La classe media si sta assottigliando, perché molti di coloro che quattro anni fa ne facevano parte e avevano un reddito di tutto rispetto oggi si trovano in difficoltà e rischiano di non arrivare alla fine del mese. Molti di questi elettori sono i delusi di Obama, in cui avevano riposto la fiducia di uscire dalla crisi in cui era precipitata l’America nell’estate del 2008. Proprio per questo ora guardano altrove. Quanti degli elettori della classe media stanno con Romney e quanti con Obama, lo scopriremo solo con l’election day. Il risultato sarà deciso dai maschi bianchi di Virginia, North Carolina e Midwest, cioè da coloro che più di tutti hanno subito la crisi occupazionale.

 

Obama giovedì ha rilanciato anche sulla sicurezza nazionale …

 

Il presidente democratico ha portato avanti l’agenda che era stata del predecessore repubblicano e la sua politica di sicurezza si inserisce perfettamente nel solco della “dottrina Bush”. Se lasciamo perdere le sfumature di linguaggio, come “guerra preventiva” ed “esportazione della democrazia”, per quanto riguarda la lotta al terrorismo Obama è stato un vero falco. Bisogna dargli atto che gli obiettivi che si era posto li ha raggiunti: l’eliminazione di Osama Bin Laden, l’aumento delle operazioni con i droni sui cieli del Pakistan, l’uccisione dell’imam radicale al-Awlaki nello Yemen, per non parlare degli attentati sventati.

 

Quali saranno le conseguenze per la campagna elettorale?

 

Da questo punto di vista Obama può rivendicare dei successi importanti e anche simbolici. I repubblicani non hanno quindi nessuna intenzione di sollevare un tema nel quale Obama ha mostrato di sapersi confrontare, e proprio per questo giovedì sul palco di Charlotte è salito John Kerry, presidente della commissione Esteri del Senato. E’ apparso con dei veterani e ha parlato di sicurezza, proprio per cercare di bilanciare le lacune di Obama in economia, facendo vedere che il “commander in chief” in realtà è un ottimo condottiero.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.