BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELICOTTERO CADUTO A LONDRA/ L'esperto: l'incidente a Vauxhall? Ecco cosa può essere successo

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

E’ difficile immaginare che il pilota stesse effettuando un volo strumentale sulla città di Londra, perché solitamente si tratta di una procedura che viene effettuata, per esempio, per atterrare in un aeroporto. Credo quindi che l’incidente sia stato causato principalmente dalla poca visibilità e, con ogni probabilità, da una scarsa preparazione del pilota.

Possiamo quindi attribuire il disastro quasi certamente a un errore umano?

Credo proprio di sì, innanzitutto perché l’elicottero in questione, l’AgustaWestland AW109, è una macchina italiana eccellente e bimotore, quindi anche se avesse avuto problemi meccanici è un velivolo che, per la sua versatilità, riesce ad essere gestito molto bene. Il pilota ha volato a bassissima quota, sbagliando tutte le procedure e andando a urtare una gru: un grattacielo in costruzione è alto, ma non credo possa superare i 300 metri, quindi significa che l’elicottero volava davvero a una quota incredibilmente bassa.

L'errore umano è la principale causa degli incidenti di elicotteri?

Se analizziamo le cause di tutti gli incidenti aeronautici, in particolar modo quelli di elicotteri, quindi macchine a corto-medio raggio che non volano a quote altissime, notiamo che sono tutti dovuti a errori umani. Inoltre la maggior parte avviene proprio a causa di collisioni con monti, cavi elettrici o quant'altro. Per questo dico che l’incidente di Londra è avvenuto quasi certamente per un errore del pilota.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.