BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

STUPRI IN INDIA/ Padre Gheddo: solo il cristianesimo ha liberato la donna

Proteste a Nuova DelhiProteste a Nuova Delhi

E’ difficile conoscerne le motivazioni profonde, ma certamente sono un segno del fatto che nella mentalità indiana l’uomo è padrone della donna e quindi compie delle violenze contro di lei. La risposta delle femministe e di tutte le donne indiane organizzate nei partiti è stata quella di dare vita a delle proteste per portare alla ribalta una mentalità nuova, condannando l’intera spirito maschilista dell’India.

 

Eppure questa mentalità in India è meno nota rispetto a situazioni più conosciute come quelle di Cina e Pakistan …

 

Anche in India le bambine spesso sono uccise in tenera età, come avviene da decenni in Cina. Quando Mao Tse Tung negli anni ’60 stabilì il principio secondo cui ogni famiglia poteva avere solo un figlio o una figlia, se nasceva una bambina i genitori la uccidevano perché tutti volevano il maschio. Pur non essendovi una legge analoga, lo stesso si è verificato anche in India: da quando è iniziata la sua impetuosa crescita economica le famiglie non vogliono più di tre figli, e se nascono delle bambine le uccidono. La conseguenza è che dalle statistiche risulta che il numero di bambine in India è inferiore a quello dei bambini.

 

Per quale motivo l’uguaglianza tra uomo e donna finora si è affermata solo nei Paesi occidentali?

 

Le femministe dovrebbero ricordarsi del fatto che il cristianesimo ha portato il riscatto della donna molto prima del movimento delle suffragette. Gesù è stato il primo ad affermare l’uguaglianza delle donne, dando loro l’opportunità di conoscere i loro diritti, 19 secoli prima del femminismo che risale solo ai primi del Novecento. In molte attaccano la Chiesa perché non permette il sacerdozio alle donne, ma questo è un altro problema: il fatto che la donna abbia gli stessi diritti dell’uomo non significa che debba fare tutto, in quanto fa ciò per cui è stata creata da Dio. Nella Chiesa non esistono una donna-Papa o le donne-vescovo, perché il sacerdozio femminile non esiste innanzitutto nel Vangelo. Se lo avesse voluto, Gesù lo avrebbe istituito e se non lo ha fatto Lui significa che dobbiamo conformarci alla sua volontà.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
03/01/2013 - Femministe assenti (GIOVANNI PIERONI)

Non vedo una mobilitazione internazionale delle femministe occidentali in difesa delle donne indiane ma anche cinesi che subiscono gravi violenze. E' fin troppo facile invece protestare in chiesa in Italia per un innocuo volantino, di contenuto tutt' al più opinabile