BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BAMBINO SEQUESTRATO/ Alabama, l'esercito e gli elicotteri circondano il bunker, forse una svolta

Alabama, sono ormai quasi tre giorni dal rapimento del bambino di 6 anni trascinato in un bunker sotterraneo da un folle che lo ha rapito dallo scuolabus. L'esercito è sul posto

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Dura ormai da quasi tre giorni il rapimento del bambino di 6 anni, per di più affetto da una forma di autismo, a opera di un 67enne nello stato dell'Alabama. Ieri infatti un uomo era salito a bordo di uno scuolabus nella cittadina di Midland e aveva chiesto all'autista di dargli due ragazzini dell'età di 6 e 8 anni. All'ovvio rifiuto da parte del conducente aveva risposto sparandogli e uccidendolo e portandosi via uno dei bimbi. Era poi fuggito verso la sua abitazione poco distante dove l'uomo dispone di un bunker sotterraneo personale. Qui si è rinchiuso da ieri insieme al bambino. L'uomo, Jimmy Lee Dykes, un veterano del Vietnam, proprio ieri doveva apparire in tribunale per una rissa in cui era stato coinvolto prima di Natale e nella quale aveva minacciato due persone con la sua pistola. Non sono ancora chiare le motivazioni del gesto del folle che comunque farebbe parte della stessa setta di cui faceva parte anche la madre del giovane che poche settimane fa ha fatto una strage di bambini in una scuola elementare sempre degli Stati Uniti. Si tratta dei "survivalist", una setta convinta che il mondo sia sull'orlo di una apocalisse e che si sta preparando alla sopravvivenza in bunker sotterranei. Nel bunker del caso questi personaggi stivano grandi quantità di cibo per prepararsi a sopravvivere a una società post nucleare dove i sopravvissuti saranno uno contro l'altro. Intanto sul posto c'è un ampio schieramento di forze armate e di reparti speciali mentre alcuni elicotteri sorvolano di continuo il rifugio del folle. Il bambino secondo quanto si è potuto sapere starebbe bene ma le trattative non hanno finora portato ad alcun risultato concreto. Al piccolo sono state fatte pervenire scatole di matite e un quaderno per disegnare come aveva richiesto, ha anche potuto ricevere cure mediche. Si trova sottoterra con il folle ormai da martedì scorso e le autorità definiscono la situazione delicata. Sono infatti in contatto tramite un tubo con  il rapitore ma al momento non si è ottenuto alcun risultato. L'alta concentrazione di forze fa pensare che si stia preparando un qualche forma di svolta, anche se nessuno parla di un attacco al bunker vita la presenza di un bambino al suo intenro. Forse potrebbero essere usati dei gas che fanno addormentare in questo caso rendendo possiible il via libera ai soldati. 

© Riproduzione Riservata.