BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

BABY HOPE/ Cold case: dope 22 anni arrestato l'assassino, era il cugino

Stuprata e uccisa a 4 anni di età, il suo corpo fu ritrovato nel 1991. Oggi finalmente l'assassino ha confessato ed è stato arrestato: era suo cugino

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Una storia da film, da serie televisiva poliziesca, purtroppo è una storia vera. Ventidue anni fa una bambina, rimasta senza nome fino a pochi giorni fa anche dopo la sepoltura, soprannominata Baby Hope, bambina speranza, era stata stuprata e uccisa. Il suo corpo era stato ritrovato in un frigorifero abbandonato per strada e tutta l'America era rimasta scioccata e sconvolta dall'episodio. Furono tutti così sconvolti dal ritrovamento avvenuto nel 1991 che gli agenti di polizia di New York pagarono di tasca loro funerale e sepoltura giurando di non smettere mai di cercare il colpevole. Che finalmente è uscito fuori. Poche settimane fa infatti gli inquirenti erano finalmente riusciti a scoprire la madre della piccola, e quindi chi era lei: Anjelica Castillo, aveva 4 anni quando fu violentata e uccisa. Si è così risaliti a un cugino, tale Juarez, oggi 52 anni, che ha confessato. Uccise la piccola con l'aiuto della sorella e poi la mise in una ghiaccia abbandonandola per strada. 

© Riproduzione Riservata.