BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

PAKISTAN/ Tredicenne stuprata e sepolta viva: è riuscita a uscire dalla fossa

Due adulti violentano una ragazza di tredici anni e credendola morta la seppelliscono. La giovane è riuscita a uscire dalla fossa e farsi curare. Ecco cosa è successo

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Se nonfosse una orribile realtà,  sembrerebbe la trama di un film horror perfetto per questi giorni di Halloween. Invece è tutto vero, come sempre più di frequente ci giungono questo tipo di notizie di violenza sulle donne, giovanissime, in India e in Pakistan. Ecco cosa è successo questa volta. Siamo nella provincia del Punjab in Pakistan, due adulti rapiscono e stuprano una ragazzina di 13 anni. I due uomini l'avevano rapita mentre lei si stava recando a lezione di Corano: il padre ne aveva denunciato la scomparsa alla polizia ma secondo il suo racconto gli agenti non avevano voluto intervenire. Anche questo purtroppo è molto frequente in quei paesi. Dopo averla stuprata evidentemente in modo violento i due hanno creduto che la ragazzina fosse morta e l'hanno sepolta in una fossa per nascondere le tracce. In modo incredibile però la giovane è riuscita a riprendersi e a uscire dalla fossa: è stata finalmente soccorsa da alcuni passanti. Adesso anche il capo dell'alta Corte del Lahore si è mosso e ha chiesto alla polizia di cercare i due stupratori per arrestarli.  Le violenze sui minori in Pakistan sono in continuo aumento: da 668 nel 2002 a 2.788 nel 2012, ma i numeri reali sarebbero anche maggiori.

© Riproduzione Riservata.