BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

EGITTO/ Villaggi copti attaccati dai Fratelli musulmani, la testimonianza

La testimonianza di un attivista egiziano che denuncia la distruzione e la persecuzione dei cristiani da parte dei Fratelli musulmani. Famiglie intere cacciate dalle loro case

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

E' come se vi avessero fatto esplodere delle bombe nucleari. Così racconta Sheriff Doss, una attivista egiziana che in una conferenza ha descritto la guerra in atto da parte dei Fratelli musulmani verso i cristiani che vivono in Egitto. Oltre a ottanta chiese date alle fiamme e distrutte, si contano 140 famiglie cacciate dalle loro residenze e case, negozi derubati e distrutti. Negli ultimi mesi, ha raccontato ancora, gli islamici sono entrati nei villaggi abitati dai cristiani e hanno bruciato tutto quello che potevano bruciare: l'effetto visuale, ha detto Doss, è quello dell'esplosione di una bomba nucleare. Il generale Sisi ha promesso che le chiese verranno presto ricostruite, ma c'è anche da aiutare e sostenere tutte le persone che si trovano oggi senza abitazione e senza proprietà. 

© Riproduzione Riservata.