BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMUNISTI ED EX/ Brandirali: io e il generale Giap

Pubblicazione:domenica 6 ottobre 2013

Infophoto Infophoto

Purtroppo la vita vera, che fece cadere senza guerre il comunismo nell’Europa dell’Est, non fu una via d’uscita dal comunismo per i vietnamiti. Il comunismo si impose nel Vietnam del sud, e migliaia di vietnamiti del sud fuggirono, e desidero ricordare i tanti morti sui barconi dei profughi in fuga dal Vietnam. Drammi vasti che per ora sono ancora prevalenti rispetto alle tragedie dei migranti di questi nostri tempi.

Io non sono più comunista dalla prima metà degli anni 80. E dunque non sono neppure più antiamericano come negli anni 60. Ma io saluto il generale Giap, eroe del Vietnam, e ridico con forza che il Vietnam aveva diritto alla sua libertà. Mille sono stati le nostre illusioni e i nostri errori, ma la vita vera è vera anche per coloro che si sono battuti per il proprio paese e per la liberazione degli invasori. Che questa riflessione ci riporti alle passioni e all’impegno per le giuste lotte, imparando a correggere le idee errate quando l’esperienza ci mostra l’errore. Ma non si può rimanere nell’oblio per non sbagliare. Viva gli eroi al servizio del popolo.  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.