BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TIFONE HAIYAN/ Filippine: cadaveri accumulati nelle chiese, due su cinque sono bambini

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Il conto di 10mila morti sembra in realtà destinato a venir superato. Quella che si profila come una delle più grandi tragedie della storia sta purtroppo diventando realtà. Nella sola città di Tacloban i morti sarebbero 10mila. Tra di essi due su cinque sono bambini mentre le agenzie di soccorso dicono che almeno dieci milioni di persone hanno bisogno di aiuto. Sono circa mezzo milione le persone rimaste senza abitazione. Sono queste le cifre della catastrofe provocata dal più violento tifone mai abbattutosi su terra ferma, Haiyan o Yolanda con lo chiamano i filippini. Non si sa più dove portare i morti che continuano a emergere dalle rovine: le strade sono colme di cadaveri così le chiese, quei pochi edifici che sono rimasti in piedi. Intanto cominciano ad arrivare i primi aiuti: il Regno Unito ad esempio ha stanziato dieci milioni di sterline di aiuti e inviato una nave da guerra nella zona devastata. Gli Stati Uniti al momento hanno stanziato 100mila dollari di aiuti mentre una nave da guerra con 5mila uomini e 80 aeroplani sta giungendo nelle Filippine. Tornando alle aree disastrate sono i bambini sopravvissuti quelli che sono adesso maggiormente a rischio, rimasti isolati dai loro genitori e famiglie e abbandonati a se stessi. Mancano il cibo e l'acqua, la gente si ruba le poche cose che è possibile trovare per il sostentamento.



© Riproduzione Riservata.