BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAMERUN/ Rapito sacerdote francese, forse sono stati gli islamici di Boko Haram

Un prete francese residente in Camerun è stato rapito probabilmente dai terroristici islamici nigeriani di Boko Haram. Si teme sia già stato portato oltre confine

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Georges Vandenbeusch, un sacerdote francese che opera nel Camerun a una trentina di chilometri dal confine con la Nigeria, è stato rapito da una quindicina di uomini armati che hanno fatto irruzione nella sua missione. Il territorio nigeriano che si trova al di là del confine è noto per essere in mano alle milizie islamiche terroristiche di Boko Haram, il gruppo di fondamentalisti che da anni fa strage di cristiani in Nigeria. Le autorità francesi avevano avvertito in passato il sacerdote che quella zona era molto pericolosa, ma lui aveva lo stesso voluto rimanere nella sua parrocchia a continuare la sua missione. Un suora che lavora con il sacerdote ha detto che gli uomini armati parlavano inglese: del prete è stata trovata al momento la sua valigia abbandonata su una strada poco distante, con solo il suo libretto degli assegni all'interno. Le autorità camerunesi hanno fatto sapere di temere che il sacerdote sia ormai già stato portato in territorio nigeriano e sospettano dell'azione gli uomini di Boko Haram. Il presidente francese Hollande, informato, ha assicurato che farà tutto quanto possibile per riportare a casa il prete rapito. In passato una intera famiglia francese residente in Camerun era stata rapita dagli islamici nigeriani e liberata solo dopo il pagamento di un riscatto di tre milioni di dollari. 

© Riproduzione Riservata.