BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DATAGATE/ Mannino: gli Usa vogliono colpire l'euro

Pubblicazione:

Radar in ascolto (Infophoto)  Radar in ascolto (Infophoto)

Il sistema informativo degli Stati Uniti, dopo il trattato di Maastricht del 1992, è stato usato per controllare l’andamento dell’economia europea in quanto l’euro metteva a rischio la supremazia di dollaro e sterlina. E’ l’atto di constatazione della realtà di Calogero Mannino, per cinque volte ministro dal 1982 al 1992. Ieri il segretario di Stato, John Kerry, ha parlato di servizi segreti “col pilota automatico”, accusandoli di fatto di essersi spinti troppo in là. Per il generale Keith Alexander invece, sono stati i “responsabili politici” di Washington che hanno chiesto ai servizi di intelligence di indagare “sugli orientamenti delle leadership dei Paesi stranieri”.

 

Mannino, la stupisce quanto sta emergendo dallo scandalo Datagate?

Neanche un po’. E’ sempre stato così e dobbiamo esserne lucidamente consapevoli. Il giorno in cui gli Stati Uniti e l’Inghilterra hanno vinto la guerra mondiale, hanno messo sotto controllo il mondo. Allora lo fecero con gli strumenti che c’erano in quel tempo, oggi invece basta un’antenna a Niscemi per controllare tutto. Sono i mezzi tecnologici che oggi hanno modificato il meccanismo informativo. Adesso è tutto tecnologico e informatico. Sino al 1989 questo è stato l’assetto del mondo, e quello che hanno fatto gli americani e gli inglesi lo ha fatto la Russia.

 

Qual era il vero scopo di questo assetto?

In questo modo Londra e Washington hanno difeso la Germania Ovest dai rischi e dalle minacce della Ddr, ma l’hanno anche tenuta costantemente sotto controllo. Dopo la caduta del Muro d Berlino quel sistema è rimasto in piedi tale e quale, e accanto a esso gli Stati Uniti hanno istituito una struttura di controllo delle reti informatiche.

 

Quanto compiuto dagli Stati Uniti può essere ritenuto in qualche modo accettabile?

Non mi sorprende che gli angloamericani, avendo vinto una guerra mondiale, tengano una rete informativa che si avvale di mezzi che sono ai limiti della legalità, soprattutto di quella dei singoli Stati. Sono mezzi che devono essere accettati quando vengono usati per la salvaguardia rispetto al nemico esterno, che ieri era l’Urss mentre oggi è il terrorismo. Con la scusa del terrorismo, come ieri con quella del comunismo, queste reti informative possono ascoltare che cosa si dicono i politici tedeschi, italiani e, perché no, francesi.

 

Oggi perché a essere presa di mira è stata soprattutto la Merkel?


  PAG. SUCC. >