BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SIRIA/ Colpi di mortaio contro la nunziatura vaticana a Damasco: si voleva colpire Monsignor Zenari

Un missile probabilmente sparato dai ribelli ha colpito stamattina la nunziatura vaticana a Damasco capitale della Siria. Fortunatamente non si registrano persone colpite

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Secondo notizie più aggiornate non si sarebbe trattato di un missile ma di un colpo di mortaio indirizzato proprio alla nunziatura: si è cercato di colpire il terzo piano dell'edificio dove si trovano la stanza da letto del nunzio, monsignor Mario Zenari, del segretario e delle suore che gestiscono gli appartamenti. A differenza di quasi tutti gli altri diplomatici, il nunzio non ha mai abbandonato il suo posto collaborando a ogni sforzo per far tornare la pace in Siria. 

Un missile sparato si pensa dai ribelli ha colpito stamane l'ambasciata vaticana a Damasco. Fortunatamente quella parte dell'edifico al momento dell'impatto era vuota e dunque non si segnalano né vittime né feriti. Tutta da capire la dinamica del caso, se cioè si sia trattato di un bersaglio voluto da chi ha lanciato il missile o l'ambasciata sia stata colpita per caso e il bersaglio fosse altro. Al momento non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali, né dalla Santa Sede né dalle autorità siriane. 

© Riproduzione Riservata.