BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ARAFAT/ Guzzanti: lo ha ucciso l'Olp, non Israele

Yasser Arafat (1929-2004) (Infophoto) Yasser Arafat (1929-2004) (Infophoto)

Certamente non Israele, che non avrebbe tratto nessun vantaggio politico dalla morte di un leader anziano e malato. 

Lei fu l'ultimo giornalista a incontrarlo pochi anni prima, era davvero così malato? 
Passammo una intera notte all'Hotel Excelsior a Roma a discutere. Una certezza di decadenza mentale l'avevo vista già negli anni 80 quando lo incontrai in Libano. Quello che vidi a Roma fu un uomo malato con un forte tremore e che ripeteva sempre le stesse cose, era molto malato certamente. Poi si chiuse nel suo compound e non si mosse di lì fino alla morte. Gli israeliani secondo me, di tutto avevano bisogno meno che della sua morte, a meno che non fosse un regolamento di conti, una sorta di vendetta per il suo passato terroristico. Per gli israeliani era meglio avere un vecchio nemico malato con capacità fisiche limitate piuttosto che un prestante Abu Mazen più radicale, senza il passato romantico di Arafat, ma più concreto nelle trattative. 

Dunque l'ipotesi che si può fare è che sia stato eliminato dai suoi stessi compagni, per cambiare il corso storico. 
Non solo, ma ci sono anche questioni economiche importantissime come la ripartizione dei cospicui fondi economici che le Nazioni unite e l'Europa davano e danno alla Palestina. Questi soldi erano ragione di guerre intestine gravissime. Poi lui aveva il suo tesoro in Svizzera, un sacco di soldi. Come vede di ipotesi se ne possono fare molte. 

Quindi la pista israeliana cade. 
Se è stato ucciso per un buon motivo diciamo di politica estera, cioè da Israele, qualcuno mi deve spiegare il perché del vantaggio. Se invece si tratta di una faida, di un omicidio di tipo machiavellico mi sembra che risponderebbe perfettamente a una lotta per il potere o per il tesoro. 

La vedova di Arafat e Wassel Abu Yussef, dirigente attuale dell'Olp, dopo questi esami medici hanno parlato di crimine politico e chiesto una commissione internazionale sul caso.