BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

TANGENTOPOLI TURCHIA/ Il mix esplosivo della bolla turca

(Infophoto)(Infophoto)

Erdogan ha risposto in maniera scomposta a questa ondata di arresti, denunciando che è in atto un golpe di stato e dando la colpa a “nemici esterni”. In realtà il nemico di Erdogan sembra essere interno al suo stesso partito, che per circa un decennio è stato al potere. Il presidente Gul, a lungo braccio destro di Erdogan, sembra avere abbandonato il leader che ha portato gli islamici moderati al potere. Le proteste ora sono fortissime e lo scontro ancora più grave perché l’instabilità economica rischia di accompagnare quella politica. Un mix esplosivo che nei prossimi giorni verrà seguito direttamente da “Il Sussidiario” da Istanbul.

© Riproduzione Riservata.