BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ARGENTINA/ Il nuovo scandalo che fa tremare il "sistema Kirchner"

Cristina Fernandez de Kirchner (Infophoto) Cristina Fernandez de Kirchner (Infophoto)

Sì. Già nel 2005, quando ero un giovane aspirante giornalista e avevo un’altra immagine delle Madri, intervistai Hebe: le feci notare la grande contraddizione di un’organizzazione per i diritti umani che riceve fondi da un gruppo terrorista finanziato dal narcotraffico. Lei interruppe l’intervista brutalmente, si emozionò paragonando gli ideali delle Farc con quelli dei suoi figli rivoluzionari, si mostrò altamente contrariata per la domanda e proprio in quel momento, che racconto nel mio libro, mi apparve un personaggio sinistro, che fece chiaramente capire a me e ai miei colleghi di facoltà di andarcene. A mio parere a Bonafini e al kirchnerismo non importa nulla da dove arrivino i soldi, con l’unica eccezione del capitalismo yankee...

 

In pochissimo tempo si sono esaurite due edizioni del libro ed è appena iniziata la vendita della terza. Si è creata una forte voglia di verità, ma a livello mediatico, tolte poche eccezioni, sembra che dell’argomento sia proibito parlare...

Credo che in qualche punto i mezzi di informazione dell’Argentina abbiano un po’ le mani sporche: è chiaro che il gruppo Clarin, come altri media, non sono certo stati e non sono dei santi. In qualche modo hanno di fatto sponsorizzato e aiutato la dittatura militare e in questo ammetto che il kirchnerismo che le Madri hanno ragione. Tuttavia questo non spiega perché ora si accaniscono tanto con un gruppo editoriale che fino a poco tempo fa consideravano amico e che per questo, come tanti altri media, non aveva piacere a indagare sulla questione dei diritti umani o sull’organizzazione delle Madri , che appariva come un totem inviolabile. Jorge Lanata (uno dei più quotati giornalisti argentini, ndr) recentemente mi ha intervistato e ha ammesso che da due anni era al corrente della cosa, ma sbagliando, l’aveva tenuta nascosta perché Hebe gli era simpatica, così come e l’organizzazione delle Madri. E ho anche appurato come per lo stesso lasso di tempo di Jorge il Gruppo Clarin avesse omesso di parlare della cosa. Credo che il mio libro continuerà ad avere importanza e lettori perché ha definitivamente scardinato tutto ciò.

© Riproduzione Riservata.