BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TUNISIA/ Mansouri: l'omicidio di Belaid è stato un "delitto Matteotti"

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Anche in questo caso non solo non ci trovo niente di strano, ma mi ricorda molto da vicino quanto è accaduto in Italia. I parenti delle vittime illustri degli anni di piombo e della Strage di Ustica all’epoca fecero delle dichiarazioni abbastanza simili. L’unica cosa veramente strana sarebbe se, a seguito della morte di Belaid, fossero introdotti il coprifuoco e la legge marziale.

 

Finora non ci siamo ancora arrivati …

Proteste, dichiarazioni e controdichiarazioni non possono che essere una cosa normale dopo quanto è avvenuto. Non posso sapere purtroppo chi ci sia dietro a questo omicidio, ma la storia insegna che quando un politico importante è assassinato, il mandante è o il suo avversario politico diretto, o la malavita che gioca di sponda. Jebali ha annunciato lo scioglimento del governo e il suo partito, Ennahda, lo ha smentito.

 

Che cosa ne pensa di questa spaccatura nella maggioranza?

E’ un fatto interessante, sia dal punto di vista dell’opposizione tunisina sia per il processo globale delle rivolte arabe. Starebbe infatti ad indicare un’operazione effettivamente mirata di una parte specifica, in cui l’altra parte, sebbene alleata di governo, non si è trovata d’accordo.

 

Quindi c’è una parte di Ennahda che sta facendo un gioco poco chiaro ai danni dello stesso Jebali?

Questo non lo voglio e non lo posso dire. Sicuramente però c’è stata una reazione differenziata da cui emergono due idee ben distinte all’interno dello stesso partito di maggioranza relativa. Si tratta di aspettare per capire quali saranno le conseguenze.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.