BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COREA DEL NORD/ Jean: "l’equilibrio del terrore" impedirà la guerra atomica per i prossimi 20 anni

Pubblicazione:

Un arsenale nucleare  Un arsenale nucleare

La Corea del Nord ha confermato di avere realizzato con successo un test atomico sotterraneo, basato su “un dispositivo nucleare in miniatura, più leggero ma più potente che in passato”. La potenza dell’ordigno è pari a 6-7 kiloton, quasi la metà della bomba lanciata su Hiroshima nel 1945 che era pari a 15 kiloton. Il ministro degli Esteri della Corea del Nord ha sottolineato che l’esperimento atomico rappresenta una forma di autodifesa in risposta alla perdurante ostilità degli Stati Uniti. Ilsussidiario.net ha intervistato il generale Carlo Jean, esperto di strategia militare.

 

Le agenzie parlano di un ordigno da 6-7 kiloton. E’ davvero così e che cosa significa?

Si tratta di un ordigno di bassa potenza, che in realtà potrebbe essere compreso tra una frazione di kiloton (equivalente a mille tonnellate di tritolo) e una decina di kiloton. Qual è il significato politico di questo esperimento? La Corea del Nord si ritrova in gravi difficoltà e per mantenere la coesione del Paese affamato ha bisogno da un lato del nazionalismo interno e dall’altra del ricatto verso il mondo per continuare a ricevere aiuti in alimentari e carburante da parte di Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti.

 

C’è il rischio che la Corea del Nord utilizzi davvero la bomba atomica?

No, perché se lo facesse poi sarebbe cancellata dalla faccia della terra. Chi guida politicamente il Paese conosce le conseguenze cui andrebbe incontro, ma gioca sulla minaccia che la bomba atomica costituisce per il resto del mondo. La Corea del Nord inoltre esporta tecnologie nucleari in Pakistan e Iran. Pyongyang si trova nelle condizioni di attuare una strategia la quale ancorché folle, ha una sua logica interna data la situazione drammatica del Paese.

 

Quali sono le analogie nell’utilizzo del nucleare da parte di Corea del Nord e Iran?

Così come Corea del Nord e Cina hanno aiutato il Pakistan, allo stesso modo Pyongyang ha sicuramente supportato l’Iran attraverso l’invio di tecnologie e per quanto riguarda l’arricchimento dell’uranio.

 

In quale dei due Paesi la corsa agli armamenti atomici può avere conseguenze più pericolose?


  PAG. SUCC. >