BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

IL CASO/ Ecco le prove (e i nomi) che smontano le accuse contro Bergoglio

Jorge Rafael Videla (Immagine d'archivio)Jorge Rafael Videla (Immagine d'archivio)

Questi sacerdoti non divennero dei “desaparecidos”, eufemismo con il quale vengono definite le vittime degli infami omicidi del terrorismo di Stato, perché dopo cinque mesi di detenzione e tortura furono rilasciati. Bergoglio testimoniò nel 2010 nel processo per crimini contro l’umanità commessi dall’Esma e ammise di aver parlato con i dittatori Videla e Massera per intercedere in favore dei due gesuiti.

Nel 2011 dovette testimoniare in un altro processo per sequestro di bambini durante la repressione. In nessuno dei due procedimenti Bergoglio fu imputato né come autore, né come complice di tali crimini aberranti. È certo che i vertici della Chiesa argentina, di cui Bergoglio non faceva ancora parte, mantennero inizialmente un atteggiamento pubblico ambiguo verso il cosiddetto Processo Militare, ma senza dubbio tale posizione cambiò quando i crimini e il piano sistematico di eliminazione di qualsiasi elemento sospetto od oppositore furono evidenti.

Molti prelati optarono per il lavoro silenzioso dedicandosi a salvare vite umane, come nel caso dello stesso Bergoglio. Una scelta che è lontanissima dalla complicità con il potere militare di allora che l’apparato kirchnernista cerca di attribuire a papa Francesco per screditarlo.

In effetti, il massimo esponente della lotta per i diritti umani in Argentina, il Nobel per la pace 1980 Adolfo Pérez Esquivel, ha smentito le accuse di Verbitsky affermando che “Bergoglio non fu complice della dittatura”, dichiarazione confermata da Cristina Fernandez Meijide (membro del Commissione nazionale che indagò sui desaparecidos) e Alicia Oliveira (primo giudice penale donna nella storia argentina, ex Difensore del Popolo ed ex responsabile della Segretaria dei Diritti Umani della Cancelleria), che hanno sottolineato gli sforzi di Bergoglio per far lasciare il Paese a coloro che erano ricercati negli anni di piombo e ottenere la liberazione dei prigionieri.

© Riproduzione Riservata.