BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IRAQ/ Dieci anni dopo: a cosa è servita la guerra contro Saddam Hussein?

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Ricordo bene quando dieci anni fa le truppe cominciarono a partire. Mi ricordo che per quanto la follia di quell’intervento mi bruciasse dentro, capivo, vedevo che per tanta gente di qui l’America andava a fare del bene. Ne abbiamo già parlato in altra occasione, non voglio insistere su questo. La domanda che però resta e brucia è: l’Iraq di oggi è meglio di quello di dieci anni fa? E il milione e passa di Americani che c’hanno lasciato un brandello di vita, sono meglio o peggio di prima?

Veramente ci si può chiedere la stessa cosa rispetto all’Afghanistan, alla Libia, all’Egitto. Tra un po’ ce lo chiederemo anche della Siria. Appoggiamo insurrezioni, contribuiamo con mezzi e uomini a defenestrare dittatori, e il “mondo” ci risponde usandoci e odiandoci. Cadono i dittatori e coloro che avevamo aiutato diventano i nuovi nemici. Difficile capire quali siano i passi di un reale cammino di civiltà tra i popoli. Ma se abbiamo imparato una cosa da questi dieci anni di Iraq è che questo passo non sarà mai la guerra. 

© Riproduzione Riservata.