BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

DIARIO DA CIPRO/ "Vi racconto un paese fallito che non smette di cercare se stesso"

infophotoinfophoto

Sì. Qui a Cipro sì. Perché considerando che metà dell’isola è sotto occupazione turca, basta un niente per riaccendere il nazionalismo. Gran parte della gente auspica che ci sia la riunificazione dell’isola, molti altri, invece, non lo vogliono. Intanto la Turchia ha un unico scopo: annettere tutta l’isola. Erdogan ha detto: “propongo come moneta cipriota la lira turca e come capitale Instanbul”. Ed essendoci l’occupazione militare ancora in atto, c’è il rischio che i ciprioti reagiscano con la violenza. Anche se non è certo quella la soluzione, né la strada per ricercare la propria identità.

(Elena Pescucci)

© Riproduzione Riservata.