BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ABU OMAR/ Napolitano grazia il colonnello Usa per salvare i due marò

Foto Infophoto Foto Infophoto

Nei casi Cermis e Lozano/Calipari, la nostra giurisprudenza si è assestata sulla constatazione che questi atti erano stati commessi da militari nell’esercizio delle loro funzioni. I nostri giudici hanno quindi affermato il difetto della giurisdizione italiana. Nel caso invece del sequestro di Abu Omar la Corte di cassazione ha ritenuto che l’immunità funzionale non potesse affermarsi, e che quindi sussistesse la giurisdizione italiana, perché il delitto di cui si discute è stato ritenuto un crimine contro l’umanità. Il sequestro era infatti propedeutico all’interrogatorio dell’imam che è stato sottoposto alla tortura.

 

E quindi?

Per i magistrati italiani, nel bilanciamento del crimine internazionale e dell’immunità dalla giurisdizione deve venire meno l’immunità funzionale, applicandosi quindi la nostra giurisdizione. Per gli Stati Uniti al contrario il difetto di giurisdizione prevale su qualsiasi altra questione, e dunque il tribunale competente non è quello italiano.

 

Che cosa c’entra tutto ciò con la vicenda dei due marò?

La tesi del governo italiano sull’immunità funzionale dei marò trovava un ostacolo in una giurisprudenza guarda caso italiana che nel caso del colonnello Joseph Romano aveva detto che l’immunità funzionale non vale. Quando l’Italia ha chiesto aiuto in tutte le sedi internazionali sulla questione dei marò, la posizione americana è stata particolarmente fredda e Washington non ci ha dato un particolare appoggio. Nel comunicato della presidenza della Repubblica, che contiene la motivazione della grazia non c’è nessun riferimento ai marò. Tuttavia c’è un passaggio in cui si afferma che l’azione del colonnello Romano era conforme a disposizioni americane.

 

Il sequestro di Abu Omar era cioè stato ordinato dalla Casa Bianca?


COMMENTI
07/04/2013 - commento (francesco taddei)

napolitano ha concesso la grazia perchè si è ricordato di sigonella e della fine fatta fare a craxi. noi italiani dovremmo ricordarci della funivia buttata giù.