BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

TURCHIA/ L'Ue farà "mea culpa" sul no a Erdogan?

Erdogan (Infophoto)Erdogan (Infophoto)

La Francia si è sempre opposta a una “Turchia europea” e la conseguenza è stata quella che lentamente Erdogan, nell’ultimo decennio, ha guardato sempre più con insistenza a Est. I transalpini hanno sempre avuto il timore che se Ankara dovesse entrare dentro l’Unione europea, la Francia perderebbe quel potere che ancora detiene. Lo stesso Europarlamento avrebbe infatti nella delegazione turca una rappresentanza pari a quella tedesca e superiore a quella francese e italiana, perché ormai la Turchia sta per raggiungere la soglia degli ottanta milioni di abitanti (ogni Stato ha infatti nel Parlamento europeo un numero di deputati corrispettivi al numero di abitanti). Questo rifiuto europeo ha avuto la conseguenza di allontanamento della Turchia dall’Europa stessa.

Con le rivolte arabe la Turchia è stata presa spesso a modello come democrazia islamica, ma ora è proprio una rivoluzione a mettere in crisi Erdogan. Se il primo ministro continuerà a usare la forza, i problemi turchi diventerebbero sempre più seri, non solo per lo stesso Paese, ma anche in generale per tutto il Medio Oriente.

© Riproduzione Riservata.