BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CL BRASILE/ Quello che cambia la storia è quello che cambia il cuore dell’uomo

Molte domande che caratterizzano la protesta sono legittime, ma cosa si puó fare perché diventi vero e duraturo l´impeto che ha suscitato le manifestazioni? Il volantino di Cl in Brasile

Infophoto - Brasile, le proteste Infophoto - Brasile, le proteste

Viviamo un momento di anticonformismo che non si verificava da molto tempo e che si é rapidamente sparso per tutto il Brasile. Una societá normalmente accomodata, é uscita per le strade, creando movimenti di protesta popolari: Chi sono le persone che manifestano? Cosa vogliono? Quali cambiamenti propongono? Siamo noi! Gente comune come noi che studiamo, lavoriamo e affrontiamo i problemi del quotidiano.

I sondaggi mostrano che la maggior parte delle persone é la prima volta che scende in piazza e non é legata a partiti politici. Sappiamo peró che stanno manifestando anche gruppi con interessi politici particolari che si servono della violenza, la quale ovviamente non costruisce, anzi, spaventa la popolazione e provoca  delle reazioni esagerate, come abbiamo avuto modo di vedere. Ogni giustificazione all´uso della violenza é ideologica.

L´anticonformismo che ha invaso le strade rompe l´apparente quiete nella quale viviamo e ci provoca in quello che abbiamo di genuinamente umano: il senso di insoddisfazione e il desiderio di cambiare affinché si realizzino la giustizia e la veritá.

Il grido di insoddisfazione che esplode nelle strade, senza che sia guidato da leader carismatici o proposte definite e che abbaccia un grande numero di rivendicazioni, ci pone davanti al protagonismo dell´uomo. Le persone non si sentono piú rappresentate, poiché la politica ha smesso di essere una ricerca del bene comune e é diventata una lotta per l´egemonia tra i partiti, la cui attenzione é diretta alla conservazione del potere e non alle reali necessitá della societá.

Che societá vogliamo costruire? Come il governo deve utilizzare le risorse pubbliche? Quali sono i cambiamenti necessari? Queste sono domande antiche e legittime che riappaiono nelle manifestazioni che si stanno svolgendo nelle piazze delle grandi cittá del Brasile.

Cosa si puó fare affinché diventi vero e duraturo l´impeto che ha suscitato queste manifestazioni? Che cosa io desidero? Papa Francesco nel discorso ai partecipanti del Congresso Ecclesiale della Diocesi di Roma, 17 Giugno 2013, dice: “La vera rivoluzione, quella che trasforma radicalmente la vita, l´ha realizzata Gesú Cristo attraverso la sua Resurrezione: la Croce e la Resurrezione”, perchè quello che cambia la storia é quello che cambia il cuore dell´uomo.