BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

NOZZE GAY/ Albacete: una sentenza che condanna il relativismo di certi cristiani

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

In mezzo a tutto questo, le posizioni opposte erano appena percepibili e i personaggi favorevoli al matrimonio tradizionale apparsi in televisione avevano spesso l’aria di chi è irrimediabilmente sconfitto. In cosa possono sperare ora? Tranne qualche debole voce di condanna qua e là, le Chiese tradizionali si stanno leccando le ferite. In realtà, anche loro hanno colpa in quanto successo.

La battaglia in favore del matrimonio tradizionale è stata persa quando nella teologia cristiana si è separato Dio da Cristo. Coloro che hanno cercato di non perdere Cristo sono finiti in un mondo fideistico, dove la Grazia era totalmente assente da un mondo perverso. In questo mondo, la sacramentalità del matrimonio ha cessato di significare qualcosa che non fosse un vuoto, pericoloso termine tradizionale, con la conseguenza che, in teoria, il divorzio è diventato compatibile con il matrimonio in una società laica. Per evitare tutto questo si è inventato il concetto di matrimonio puramente razionale, indipendente dalla Grazia, ma vincolante per la volontà di Dio scolpita nella natura. Quando la legge naturale è diventata totalmente secolarizzata, si è aperta la porta al matrimonio gay. Dopo tutto, se il divorzio e la contraccezione sono compatibili con un matrimonio civile, vero però per natura, come è possibile negare il diritto al matrimonio per le coppie gay?

Ci stiamo muovendo inesorabilmente verso una società che sacrifica la diversità in nome della sua accettazione. Noi cristiani stiamo vivendo un momento entusiasmante, nel quale stanno diventando più chiare che mai le conseguenze della separazione di Cristo dalla nostra concezione di ciò che significa essere una persona umana, dandoci così la possibilità di intraprendere una nuova evangelizzazione.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
27/06/2013 - La forza bruta del potere, è tutto lì! (claudia mazzola)

Lo sapevo finirà che in tutto il mondo si sposeranno omosessuali, va bè, io per ora continuo ad andare a matrimoni tra uomo e donna come Dio comanda.