BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GRECIA/ Voutsinos (Caritas): vi racconto il dramma di un paese che non fa più figli

Foto Infophoto Foto Infophoto

A sostenerli in molti casi è ancora la famiglia. Cercano qualsiasi piccolo lavoro che possono trovare. Anche la mia parrocchia conta numerosi giovani disoccupati. Né lo Stato né la Caritas purtroppo riescono a dare loro una risposta.

 

E le giovani coppie?

Anche le giovani famiglie sono in difficoltà. Io conosco coppie con bambini piccoli, con il padre e la madre rimasti senza lavoro. Qualcuno è riuscito a trovare una nova occupazione, mentre altri non hanno trovato nulla. Vengono tutti dalla Caritas a chiederci di trovare loro un lavoro, ma non è facile.

 

Quali sono gli effetti sulla natalità?

Il numero di bambini nati è diminuito drasticamente, causando forti problemi dal punto di vista demografico. Ciascuna famiglia, se ha un bambino, va incontro a gravi difficoltà. La gente non fa figli, e nel mio piccolo lo registro dal numero dei battesimi e dei matrimoni nella mia parrocchia. Non è quindi solo un problema di denatalità, ma del fatto che le famiglie non mettono al mondo bambini perché poi non hanno i soldi per allevarli e dare loro un’educazione.

 

Può darci qualche numero?

Le dico solo che nella mia parrocchia dall’inizio di quest’anno ho celebrato tre matrimoni e 40 battesimi, contro gli 80 battesimi dello stesso periodo dell’anno scorso. In tutto il 2012 ho celebrato 23 matrimoni, altri anni ho avuto più di 120/130 battesimi.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.