BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

UNIONI GAY/ Germania, la Corte costituzionale: parificare il regime fiscale delle coppie omosessuali

La Corte costituzionale tedesca ha stabilito che il Parlamento dovrà obbligatoriamente equiparare il regime fiscale delle coppie omosessuali a quello delle coppie etero.

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

La Corte costituzionale tedesca ha stabilito che il Parlamento dovrà obbligatoriamente equiparare il regime fiscale delle coppie omosessuali a quello delle coppie etero, ritenendo dunque incostituzionale la differenza di trattamento basata sull'orientamento sessuale. Viene quindi esteso anche alle unioni gay il cosiddetto "Ehegattensplitting", vale a dire la divisione a metà dell'imponibile comune da tassare. E’ dal 2001 che la Germania riconosce le unioni civili tra persone dello stesso sesso, con diritti simili a quelli del matrimonio ma non per quanto riguarda il fisco e l'adozione. Nonostante la Cdu di Angela Merkel si sia sempre detta contraria all'equiparazione fiscale, la situazione sta per cambiare. Pochi giorni fa, invece, numerosi intellettuali e artisti tedeschi, tra cui il Premio Nobel Guenter Grass e il celebre autore Martin Walser, si sono rivolti al Parlamento affinché si possa giungere anche in Germania a una legge che equipari il matrimonio tra eterosessuali con le unioni civili omosessuali. Gli intellettuali teutonici avevano raccolto l’appello lanciato da uno studente 26enne, Martin Speer, che chiedeva di “rendere uguale ciò che è uguale”.

© Riproduzione Riservata.