BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EGITTO/ Fattah (Fratelli musulmani): ecco l'errore di Morsi che ha regalato il paese ai militari

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

Che gli uomini del regime di Mubarak, quei dittatori che per 30 anni hanno rubato e corrotto nel nostro Paese, tornino a cavalcare la nuova ondata della rivoluzione del 25 gennaio 2011 (che portò alla deposizione di Hosni Mubarak, ndr). Questo scenario sarebbe una vera catastrofe. Ovviamente non si possono mettere allo stesso livello il regime di Mubarak e il governo Morsi, ma in tutti i casi sono periodi che dobbiamo ormai lasciarci alle spalle per guardare al futuro. Attenzione però, perché in questa riconciliazione è necessario fare una cosa in particolare.

 

Cosa?

Condannare con fermezza ogni tipo di violenza, da qualunque parte provenga. Citando la poesia di Giuseppe Ungaretti "Una colomba”, D'altri diluvi una colomba ascolto: dopo questa ondata di rivolta, tutto tornerà alla normalità e piazza Tharir pian piano si svuoterà. Sarà però importante che gli oppositori non scelgano di provocare i sostenitori di Morsi.

 

Cosa intende?

Ricordo che, dopo la caduta di Mubarak, siamo tornati da Piazza Tahrir senza offendere alcun membro del suo regime o partito, ma lo abbiamo fatto senza gettare benzina sul fuoco. Oggi, invece, vedo molti oppositori prendersi gioco dei sostenitori dell’ex presidente, fino ad arrivare a sparare colpi di mitragliatrice fuori dalle abitazioni dei membri dei Fratelli Musulmani o di Libertà e Giustizia. Questo è un comportamento irresponsabile che non fa altro che spalancare la porta a reazioni altrettanto irresponsabili. Mi auguro quindi che l’esercito, come annunciato di recente, possa già da oggi avviare una necessaria riconciliazione.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.