BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EGITTO/ Fattah (Fratelli musulmani): ecco l'errore di Morsi che ha regalato il paese ai militari

L’Egitto si risveglia con un nuovo presidente e mette definitivamente fine, dopo un anno esatto, alla guida di Mohamed Morsi, deposto dal golpe militare. ABDEL FATTAH HASSAN

InfoPhoto InfoPhoto

L'Egitto ha un nuovo presidente ad interim, il cui compito sarà quello di traghettare il Paese fino alle prossime elezioni. Il capo della corte costituzionale egiziana, il giudice Adly Mansour, ha giurato ieri mattina dopo essere stato designato dai militari a succedere a Mohamed Morsi, deposto dal recente colpo di Stato. Nella sua prima dichiarazione pubblica, Mansour ha voluto chiarire che "i Fratelli musulmani sono parte della nazione", invitandoli a "condividere la costruzione della nazione" e annunciando inoltre che si impegnerà per costruire un "Paese moderno, costituzionale, nazionale e civile". Intanto, dopo il golpe militare, Morsi è tuttora trattenuto in isolamento presso il ministero della Difesa, mentre il suo staff rimane agli arresti in un edificio militare. IlSussidiario.net ha commentato quanto accaduto con Abdel Fattah, esponente di spicco dei Fratelli musulmani egiziani, il movimento cui appartiene l’ormai ex presidente egiziano Mohammed Morsi.

Cosa pensa di quanto visto in questi giorni?

Al di là del colpo di Stato, al di là del fatto che Morsi sia stato deposto nonostante fosse un presidente eletto democraticamente, credo che egiziani, musulmani, cristiani e forze islamiche debbano adesso guardare al futuro e unire i propri sforzi per ricucire il tessuto sociale dell’Egitto e garantire così una veloce riconciliazione.

Quanto potrà essere veloce?

Anche se il governo di Mohamed Morsi non è riuscito a creare un partenariato vero e solido con le altre forze politiche liberali e religiose, è giunta l’ora di ricostruire il Paese senza soffermarsi troppo sui dolori del passato. Bisogna anzi tentare di convincere i nostri cittadini ad andare alle elezioni parlamentari e presidenziali.

Crede che Morsi abbia commesso qualche errore in particolare?

Francamente avrei preferito che Morsi proponesse al popolo un referendum sulla possibilità di concludere o meno il mandato presidenziale, per evitare una situazione come quella che abbiamo visto che ha portato al colpo di Stato e all'espulsione del presidente. Gli errori sono ovviamente stati commessi anche dagli oppositori, quindi adesso tutte le parti coinvolte devono essere in grado di superarli e di ricostruire un Paese forte che possa abbracciare tutte le forze politiche, senza alcuna esclusione.

Qual è lo scenario che teme maggiormente?