BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

India / Oltre tremila giovani rendono culto a Satana: allarme tra le comunità cristiane

Grande allarme in India tra le comunità cristiane per l'aumento dei giovani che si accostano a culti satanisti. In uno stato del nord a maggioranza cristiana pare siano addirittura 3000

Un crocifisso (Foto: Infophoto)Un crocifisso (Foto: Infophoto)

In occidente il demonio è visto più come un concetto da contrapporre al bene, che nella concretezza della sua fisicità spirituale. Non a caso, nella sua predicazione, Papa Francesco ha invece sempre inteso mettere in guardia contro l'Avversario che, se non certo di carne e ossa, è comunque una realtà concreta e personale. Grande impressione ha suscitato la preghiera di "liberazione" recitata dal Papa al termine della Santa Messa di Pentecoste nei confronti di un malato che gli avevano presentato. In questi giorni, da molto lontano, arrivano notizie altrettanto inquietanti. In India, nello stato a maggioranza cristiana del Nagaland, e in particolare nella capitale Kohima, pare che negli ultimi mesi tra i giovani siano stati censiti ben tremila adoratori di Satana (un pastore protestante ha raccontato di aver parlato addirittura con un bambino di dodici anni). Grande apprensione si è sparsa tra le comunità locali vista anche la giovane età degli adepti e i luoghi in cui questi culti demoniaci si verificherebbero (ci sono anche alcune scuole). Insomma, si sta scatenando una vera battaglia per le anime di questi giovani tra la comunità cristiana e gli esponenti di questi culti esoterici. Per salvare i propri figli, sono scese in campo le madri della “Associazione Cattolica delle Donne del Nagaland” (NCWA) che, in seminario tenutosi nei giorni scorsi, hanno ribadito forti preoccupazioni e messo in atto un programma per fermare “la terribile pratica che tocca i nostri ragazzi”. Sempre secondo le testimonianze raccolte, pare che anche tramite i social network Facebook e Twitter questi culti siano propagandati, approfonditi e dibattuti seducendo i giovani. Padre Charles Irudayam, Segretario della Commissione “Giustizia e Pace” nella Conferenza Episcopale dell’India, ha parlato all'agenzia Fides di un profondo shock che alla notizia ha percorso tutte le comunità cattoliche indiane “Il satanismo non è comunque un fenomeno molto diffuso in India, ma quei gruppi nel Nordest sono un campanello di allarme”. La comunità cristiana, comunque, non resterà passiva davanti a questo fenomeno.

© Riproduzione Riservata.