BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO BURUNDI/ Qui dove manca tutto, ho capito cosa significa "fare il cristianesimo"

Pubblicazione:domenica 11 agosto 2013 - Ultimo aggiornamento:venerdì 16 agosto 2013, 10.31

infophoto infophoto

La vita della “casa” (con i vari medici e le altre persone che vivono qui) è un po’ come “uscire dal cortile” per stare alla compagnia, con tutta la varietà di credo e modi di essere:  tutti, in modo diverso, hanno un gran desiderio di fare e gusto per l’Africa. Mi ha aiutato ricordarmi che sono qui per “fare il cristianesimo”che significa “il legame che Cristo stabilisce con me”, fidandomi di ciò che mi sta accadendo, come mi ha scritto padre Sergio prima di partire, e con la certezza che Lui mi precede, quindi senza tante preoccupazioni. Devo dire che fino ad ora sono stata in pace, seguendo quello che mi diceva il prof, assistendo praticamente a tutti gli incontri che ha fatto. Mi accorgo che essere stata per due anni consecutivi in Italia mi ha fatto dimenticare alcune difficoltà molto pratiche che qui si incontrano quotidianamente, come il lavarsi, il lavare o lasciar lavare la tua roba, il mangiare, niente vino, dolci… la strada tutta impolverata, piccole cose che chiedono di abbandonare certe comodità. Tutto serve per ricordarti per Chi sei qui. Comunque ho la mia camera e riesco anche a fare silenzio. Ho un letto matrimoniale con materasso di gommapiuma, per cui quando c’è il buco da una parte mi sposto dall’altra!

Veniamo al progetto. L’università italiana ha iniziato nel 2000 il corso di scienze infermieristiche in collaborazione con l’università privata popolare di Ngozi, inviando docenti dall’Italia e reclutandone in loco. Si sono già diplomati circa 350 infermieri (la durata del corso è di 4 anni, da poco portata a 3). Il problema che si poneva era dove inviare gli studenti per il tirocinio pratico. Inizialmente a Bujumbura, ma i risultati erano piuttosto scadenti. Quindi il prof ha identificato l’ospedale di Ngozi, riferimento per le regioni del nord, come sede di tirocinio. Oltre alle strutture bisogna “riabilitare” anche il personale. Sulle strutture un po’ ci siamo, compresa la nuova costruzione per il dipartimento materno infantile che sarà completata a fine anno; ma sulle persone proprio non ci siamo.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >