BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALLARME TERRORISMO/ Domenica 4 agosto chiuse le ambasciate americane: le minacce di Al Qaeda

Pubblicazione:venerdì 2 agosto 2013

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Si temono azioni terroristiche legate ad Al Qaeda: domenica 4 agosto infatti è il compleanno del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Come piano di prevenzione, evidentemente dopo segnalazioni degne di nota, il governo americano ha ordinato la chiusura delle ambasciate in molti paesi del mondo durante la giornata. Soprattutto nei paesi del Medio Oriente, del Nord Africa e dell'Asia centromeridionale. In diversi paesi europei, come il nostro e la Spagna, saranno invece schierati speciali reperti di marine a protezione delle ambasciate. Il dipartimento di stato americano parla di minacce terroristiche "credibili e gravi": anche altri punti sensibili come le basi militari all'estero saranno in stato di allerta. Secondo il presidente della Commissione Esteri della Camera dei Rappresentanti, Ed Royce, "Si tratta di minacce che vengono dal Medio Oriente e dall'Asia centrale legate ad Al Qaeda. Ovviamente verranno prese tutte le misure necessarie per garantire la piena sicurezza al nostro personale civile e militare all'estero". Nel dettaglio ecco l'elenco delle ambasciate che saranno chiuse: Egitto, Iraq, Qatar, Bahrein, Kuwait, Afghanistan, Dacca in Bangladesh, Amman in Giordania, Moscate in Oman, Riad in Arabia Saudita, Algeri in Algeria, Abu Dhabi negli Emirati, Sanaa in Yemen, Tripoli in Libia. L'allarme è valido anche per i turisti americani che si trovano all'estero, il cosiddetto travel alert che sarà in vigore fino alla fine del mese di agosto nei paesi del Medio Oriente, in Nord Africa e nella Penisola arabica. "I cittadini americani continuano a essere potenziali obiettivi di attacchi terroristici" dice la nota diffusa dal dipartimento di stato. Consigliato a tutti di iscriversi al programma Step, Smart Traveler Enrollment Program per essere informati sulla situazione



© Riproduzione Riservata.