BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WIKILEAKS/ Bradley Manning: voglio diventare donna, chiamatemi Chelsea

Pubblicazione:giovedì 22 agosto 2013 - Ultimo aggiornamento:giovedì 22 agosto 2013, 16.17

Manifestazione per la libertà del soldato Manning, foto InfoPhoto Manifestazione per la libertà del soldato Manning, foto InfoPhoto

Ha appena ricevuto una pesantissima condanna, 35 anni di carcere anche se gli esperti dicono che ne farà al massimo una decina, ma evidentemente ha altro per la testa. Stiamo parlando del soldato Bradley Manning, passato alle cronache di tutto il mondo per aver trafugato centinaia di migliaia di file top secret e averli passati a Wikileaks. Un gesto che poteva costargli sia la pena di morte che l'ergastolo, il più grande furto di materiale segreto della storia degli Stati Uniti. Manning ha appena fatto sapere infatti di voler diventare una donna e di volersi ribattezzare Chelsea, una rivelazione ovviamente shock. Ma ancor più scioccante il fatto è che il soldato ben prima dei fatti che lo hanno portato in prigione, si era dichiarato un transessuale a un suo superiore. Gli aveva infatti inviato una mail con allegato una sua foto truccato da donna con tanto di parrucca e scrivendo: ""Questo è il mio problema. I segnali li ho da molto tempo e mi hanno causato difficoltà con la mia famiglia. Credevo che una carriera nelle forze armate, lo avrebbe risolto. Ho cercato di nasconderlo, ma mi è sempre più difficile. E questo mio problema si fa sempre più pesante. Fino ad arrivare a conseguenze disastrose". Il fatto fu tenuto segreto, ma durante il processo i suoi avvocati hanno usato queste dichiarazioni per dire come Manning durante il servizio militare vivesse in un forte stato di pressione. I suoi legali intanto hanno intenzione di chiedere la grazia al presidente degli Stati Uniti. 



© Riproduzione Riservata.