BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LA STORIA/ Provoca un incidente e scopre di aver ucciso la sorella: accusata di omicidio

In una serie di coincidenze incredibili, una famiglia distrutta dalla morte di due fratelli su tre. E la terza figlia è accusata di aver ucciso la sorella in un incidente stradale

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Quando il destino si accanisce su una famiglia, c'è poco da fare. La storia di Rosie-Ann Stone, dei suoi genitori e degli altri due figli è davvero un intreccio di coincidenze incredibili, eppure vere. La famiglia, inglese, era composta oltre che dei genitori di tre figli: due sorelle e un fratello. 

Quest'ultimo muore nel giugno 2012 mentre si trova a prestare servizio militare in Afghanistan, ucciso mentre cercava di salvare un poliziotto afgano. Un letto terribile, a cui presto se en aggiunge uno ancora più terribile. Lo scorso febbraio le due sorelle, Rosie-Ann e Jennie, si recano a sistemare la nuova abitazione dove la seconda di esse, Jeannie, dovrebbe trasferissi a vivere entro poco tempo. 

Durante il ritorno a casa, accade un incidente stradale: le due sorelle viaggiavano sulle loro due macchine, separatamente. Rosie-Ann, mentre cerca di fare un sorpasso, va a sbattere in modo violento con una vettura che la precede urtandola. Nell'incidente muore la donna che guidava questa vettura. Rosie-Ann esce incolume scena sapere chi ha ucciso. 

Glielo diranno in seguito, per paura di provocare uno shock troppo forte. è sua sorella Jeannie. Non solo la famiglia ha perso due fratelli su tre, non solo la seconda vittima è stata uccisa dalla sorella: Rosie-Ann viene accusata di guida imprudente e accusata di omicidio. Incredibile. Nonostante tutto questo, i genitori rimangono vicini a Rosie-Ann: l'accusa è di non aver guardato nel suo specchietto e intrapreso un sorpasso quando non era sicuro farlo. Rosie-Ann si è dichiarata innocente: al momento è libera su cauzione fino al prossimo 5 sette,ber, quando il suo caso sarà esaminato da un tribunale. Gli sfortunati genitori sostengono che l'accusa di omicidio sia una tragedia che si unisce alla tragedia: anche il figlio della sorella morta, dicono, non pensa minimamente ad accusare sua zia. Ha concluso la madre: Jennifer sarebbe mortificata e avvilita se sapesse che la sorella rischia la prigione per questo terribile incidente. 

© Riproduzione Riservata.