BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AFGHANISTAN/ Attentato davanti alla moschea, tra le vittime anche il governatore di Kunduz

Un attentato suicida avvenuto all'ingresso di una moschea nella provincia di Kunduz, nord dell'Afghanistan, ha ucciso il governatore provinciale, Shaikh Saadi, e altre otto persone.

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Un attentato avvenuto oggi in Afghanistan, nella provincia di Kunduz, ha ucciso almeno otto persone e provocato decine di feriti. Tra le vittime c’è anche il governatore provinciale, Shaikh Saadi, come riferito dal portavoce della polizia locale, Sayed Sarwar Hossaini: “L'attentatore - ha detto il portavoce - aspettava all'ingresso della moschea l'arrivo della gente che doveva partecipare a un funerale nel distretto di Dasht-e-Archi e si è fatto esplodere mentre Shaikh Saadi lasciava la moschea”. Le autorità locali hanno anche fatto sapere che l’obiettivo del kamikaze era il capo di distretto Sayed Sadruddin, che stava partecipando a un funerale con leader tribali. Al momento l’attentato non è ancora stato rivendicato, ma i sospetti ricadono sui talebani afgani che sono tornati ad essere molto attivi negli ultimi mesi. Due giorni fa l'attacco dei talebani a una base del contingente polacco della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf), nella provincia afghana di Ghazni, ha provocato la morte di quindici persone.

© Riproduzione Riservata.