BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

OBAMA CONTRO PUTIN/ Spie e guerra fredda, siamo tornati agli anni '50

Per GIOVANNI MORANDI, è in atto un riposizionamento degli interessi globali di Russia e Stati Uniti, che portano la tensione tra i due Paesi su livelli simili a quelli della guerra fredda

Obama Obama

Il presidente Usa, Barack Obama, ha annullato la visita a Mosca del prossimo settembre con una dichiarazione in diretta tv. Uno schiaffo in pieno viso per Vladimir Putin, che aveva invitato il presidente americano per un vertice bilaterale che avrebbe dovuto tenersi nella capitale russa a margine del G20 di San Pietroburgo del 5 e 6 settembre. Tra le ragioni della scelta, Obama ha citato la vicenda Snowden e le discriminazioni nei confronti degli omosessuali poste in atto dalla legge russa. Per Giovanni Morandi, direttore responsabile de Il Quotidiano Nazionale ed ex corrispondente da Mosca, “è in atto un riposizionamento degli interessi globali di Russia e Stati Uniti, che portano la tensione tra i due Paesi su livelli simili a quelli della guerra fredda. La cartina di tornasole di quanto sta avvenendo sono le posizioni contrapposte sulla guerra in Siria, dove Assad abbandonato dall’Occidente è stato soccorso da Mosca”.

 

Morandi, qual è il significato di questo strappo tra Stati Uniti e Russia?

Tra Russia e Stati Uniti sta accadendo qualcosa che non si vedeva da almeno un ventennio. Le due superpotenze si stanno riposizionando dal punto di vista degli interessi economici e della politica estera. Al primo posto tra i motivi di divisione c’è la questione mediorientale, e in particolare la situazione in Siria e Iran. Il fatto stesso che il presidente Obama abbia dato in maniera sprezzante l’annuncio della sua non partecipazione al vertice di settembre durante una diretta tv dà la dimensione di come i rapporti siano diventati tesi.

 

Ritiene che a Obama siano saltati i nervi?

Certamente no. Quella del presidente Usa è stata senza dubbio una mancanza di garbo calcolata. In queste questioni anche la forma ha sempre dei significati, e vale come in nessun altro campo la legge “occhio per occhio dente per dente”. Putin ha sfruttato la vicenda Snowden per mettere in grande imbarazzo l’amministrazione di Washington, e Obama non ha perso l’occasione per restituire la “cortesia”.

 

Dove porterà la conflittualità tra le due superpotenze?

Porterà sicuramente a una fase nuova. I tempi di Gorbaciov e Bush e del disarmo bilaterale sono molto lontani, anche perché il quadro politico e la crisi economica hanno posto dei problemi e delle questioni nuove. Oggi come ai tempi della guerra fredda c’è un grande ruolo giocato dalle spie, di questi personaggi che sembrano quasi presi in prestito dalla letteratura, ma che hanno un loro significato e una loro verità.

 

Al di là delle dichiarazioni di facciata, che cosa c’è veramente dietro queste tensioni tra Obama e Putin?


COMMENTI
08/08/2013 - Wavevolution (Ettore Greco)

Nella Seconda Guerra Mondiale, USA e UK hanno liberato il popolo Ebreo ed il Mondo intero per divenire i cavalieri dei diritti Umani e della Democrazia ovunque. Ma dopo la Guerra i Sionisti si impadronirono di quelle due bandiere nascondendo dietro queste la loro agenda e portando quei stessi Paesi nel lato opposto della storia. Nella prossima Guerra Mondiale sara' come combattere contro un fantasma dove l'invisibile nemico e' impersonato da poche persone che dettano il loro volere dalla cima di una piramide virtuale. Il conflitto manipolato dai Sionisti sara' geograficamentee diviso su due fronti: Russia, Cina e Paesi Arabi da un lato Israele, USA ed Inghilterra dall’altro. I Sionisti hanno gia' pianificato questa Guerra alle spalle di tutte le genti che saranno forzate a combattere per i loro Paesi nel loro obbligo di cittadini. Attraverso una strategia di Terrore ed Inganno, continueranno a sorvegliare ed a separare le genti. Non le armi ne' le proteste per le strade potranno mai opporsi ad un tale Piano. In questo “carosello” orchestrato dalla CIA per conto dei Sionisti, il piu' grande pericolo per l'Umanita' non e' la CIA ne' i Sionisti ma la mancanza di un cambiamento evolutivo a noi necessario per abbandonare quella stessa Direzione marcata in tutta la storia e per poter diventare una razza distinta dal regno Animale. Esiste soltanto Una Soluzione. www.wavevolution.org www.wavevoluti