BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

MOHAMED BADIE/ Egitto, il leader dei Fratelli Musulmani colpito da infarto in carcere: è vivo

Mohamed Badie, settantenne guida spirituale dei Fratelli Musulmani, è stato colpito da infarto mentre si trovava in carcere in Egitto. Lo hanno riferito fonti della sicurezza egiziana.

Gli scontri in Egitto del mese scorsoGli scontri in Egitto del mese scorso

Mohamed Badie, settantenne guida spirituale dei Fratelli Musulmani, è stato colpito da infarto mentre si trovava in carcere in Egitto. Lo hanno riferito fonti della sicurezza egiziana, citate dal giornale governativo al Arham, mentre è stata l'agenzia Mena a smentire la notizia della morte del leader inizialmente circolata. E' stato fatto sapere, infatti, che Badie è vivo e che, dopo l'arresto cardiaco, è stato sottoposto a diversi esami medici. Al momento sembra che le sue condizioni siano stabili e che l'infarto sia stato causato dalla "pessima situazione psicologica che sta vivendo". Mohamed Badie è stato arrestato al Cairo il 20 agosto scorso, catturato nell'area della piazza di Rabaa al-Adawiya, epicentro della protesta islamista repressa nel sangue dal regime dei militari. Tre giorni prima, uno dei figli di Badie, il 38enne Ammar, era stato ucciso durante i violenti scontri. La guida dei Fratelli Musulmani era stata portata nella prigione dove era detenuto anche Hosni Mubarak, il quale è stato poi rilasciato.

© Riproduzione Riservata.