BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Buttiglione: la Merkel "affossa" Forza Italia e apre al Ppe italiano

Angela Merkel (Infophoto) Angela Merkel (Infophoto)

Il quarto effetto è che dobbiamo fare nostra la cultura della economia sociale di mercato e specialmente la cultura della sussidiarietà. Non c' è riduzione della spesa pubblica senza una riforma dello stato sociale che chiami ad una maggiore assunzione di responsabilità la società civile, il volontariato, il Terzo Settore, il sistema delle famiglie ...riducendo gli apparati burocratici che oggi assorbono una parte importante della spesa teoricamente destinata alla solidarietà sociale.

Per l'Italia si apre una grande opportunità. Per coglierla però abbiamo bisogno di costruire un soggetto politico capace di sostenere questo programma. Questo soggetto non è il Popolo delle Libertà, che è del resto in liquidazione, e non è Forza Italia che nasce fin dal principio troppo concentrata sulle lotte per o contro Berlusconi. Naturalmente questo soggetto non è nemmeno Scelta Civica o l'Udc, troppo piccoli e anche loro forse troppo concentrati su se stessi. Questo soggetto può nascere però solo nell' area che oggi occupano Forza Italia, Scelta Civica e l'Udc, attingendo ad energie che vengono dalla società, dal popolo cristiano e dai ceti medi oggi allo sbando e privi di rappresentanza politica. Si potrebbe cominciare alle prossime elezioni europee con una lista comune delle forze che aderiscono al Partito Popolare Europeo (e ne riconoscono programma e valori) e di quelle che farebbero bene ad aderirvi, con forti inserimenti dei mondi vitali che vogliamo rappresentare. Serve una forte tensione morale che la politica non si può dare da sola. Non il moralismo di un dovere impotente ma l'energia di una disponibilità gratuita al servizio per il bene comune. 

© Riproduzione Riservata.