BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

COREA DEL NORD/ Kim Jong Un minaccia "enorme catastrofe nucleare"

Un discorso di fine anno come sempre condito di minacce nucleari agli Stati Uniti e alla Corea del sud da parte del dittatore comunista Kim Jong Un. Ecco cosa ha detto

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Non cambia rotta, il dittatore della Corea del Nord, Kim Jong Un. Nel suo discorso di fine anno infatti continua con le minacce: in caso di un nuovo conflitto nella penisola coreana, ha detto, gli Stati Uniti sarebbero vittime di "una enorme minaccia nucleare". Nel dettaglio, ecco il passaggio del suo discorso che specifica le minacce: "Se scoppia di nuovo una guerra nella penisola, questa causerà un disastro nucleare massivo e gli Stati Uniti non ne usciranno indenni". Secondo il dittatore comunista infatti basterebbe anche un piccolo incidente militare per provocare questa catastrofe nucleare. Come si sa, minacciare i paesi nemici è un classico del regime nordcoreano che in questo modo cerca di tenere l'attenzione concentrata appunto su queste minacce per nascondere i crimini e gli abusi perpetrati ormai da decenni ai danni dello stesso popolo nordcoreano. Kim Jong Un ha poi fatto riferimento senza specificare apertamente di chi si trattasse, alla recente uccisione dello zio, uno dei massimi leader del regime: "La Corea del Nord entra nel nuovo anno rafforzata e più unita di 100 volte, grazie alla risoluta azione per eliminare il sudiciume fazioso" .

© Riproduzione Riservata.