BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ABORTO/ Arizona: la Corte suprema boccia legge che vietava interruzioni dopo la ventesima settimana

Pubblicazione:lunedì 13 gennaio 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Caso che farà discutere: la Corte suprema americana ha ignorato l'appello dello Stato dell'Arizona e ha invece accolto quello di una corte inferiore. In questo modo, aggirando di fatto il parere dello stato, la Corte suprema ha bocciato la legge locale che vietava nella maggior parte dei casi l'aborto dopo la ventesima settimana. Questo perché, da quanto si sa anche se non sono ancora state rese note le motivazioni della Corte, ma andando indietro a una precedente sentenza della Corte di appello, la legge dell'Arizona violerebbe il diritto della donna garantito dalla costituzione americana di interrompere la gravidanza prima che il feto sia in grado di sopravvivere al di fuori del grembo della madre. Questo succede generalmente dopo la 24esima settimana. In sostanza, secondo la Corte suprema, non si può impedire alle donne di abortire dopo la ventesima settimana, in quanto la costituzione garantisce loro di poterò fare fino alla 24esima. La legge era attiva dall'aprile del 2012 e altri stati americani si erano ispirati ad essa per ottenere leggi simili, poi in molti dei casi sospese per sentenze di vari tribunali. 



© Riproduzione Riservata.