BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DELITTO DEGLI SCACCHI/ Irlanda: italiano ammazza l'avversario e gli porta via un polmone

Un italiano residente da anni a Dublino ha ucciso il suo padrone di casa dopo una partita a scacchi e ne ha prelevato un polomone che forse si è mangiato. Ecco cosa è successo

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

L'Irlanda è sotto choc per l'orribile delitto senza senso avvenuto a Dublino nelle ultime ore, a opera di un italiano originario di Palermo. Un delitto senza senso che si spiega solo con la follia. Saverio Bellante, 34 anni, si trovava a Dublino da un paio di anni per lavoro e aveva trovato sistemazione in una casa appartenente a tale Tom O'Gorman che dopo la morte della madre aveva dato in affitto una stanza dell'abitazione. Nella serata di sabato i due si erano concessi una normale partita a scacchi, finita però in litigio, tanto forte che il padrone di casa aveva chiesto all'italiano di andarsene dalla sua casa. A quel punto chissà cosa è successo nella mente del siciliano: evidentemente in preda a un attacco di follia lo ha colpito con un coltello da cucina e gli ha spaccato la testa contro un manubrio. Ha chiamato lui stesso però la polizia che lo ha trovato in condizioni calme: ha subito confessato quello che aveva fatto. Ma la parte più inquietante è stata quando, esaminando il corpo della vittima in un lago di sangue, ci si è accorti che all'uomo mancava un polmone di cui non si trova traccia. Saverio Bellante ha detto di aver mangiato il cuore della sua vittima, cuore che invece era al suo posto: il sospetto terribile è che invece ne abbia mangiato il polmone mancante.

© Riproduzione Riservata.