BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SHARON/ Herzog (Haaretz): quando si rese conto dei suoi errori e fece un passo indietro...

Ariel SharonAriel Sharon

Tra le sue idee, quella che ha lasciato più il segno è quella secondo cui non tutti gli insediamenti dei coloni israeliani vanno difesi, in quanto alcuni sono utili alla sicurezza del Paese mentre altri sono più che altro un peso. Sharon ha ordinato di evacuare alcuni di questi insediamenti, e ha promesso di evacuarne altri nel caso in cui fosse stato raggiunto un accordo bilaterale con i palestinesi. E’ stato sorprendente che Sharon, colui che più di altri aveva sostenuto la politica degli insediamenti, da un certo punto in poi ha iniziato a difendere l’idea che non tutti gli insediamenti contribuivano alla sicurezza nazionale di Israele.

 

Che cosa gli fece cambiare idea sulla questione degli insediamenti?

Sharon, come altre personalità israeliane con posizioni di rilievo, si rese conto dei costi della politica degli insediamenti e dei pericoli per il futuro di Israele. Quando diventò primo ministro, comprese quali erano le conseguenze delle scelte fatte fino a quel momento, e di quanto fosse un bene per il futuro di Israele il fatto di separarsi dai palestinesi. Scelse quindi di evacuare quattro insediamenti nella Cisgiordania settentrionale, e se non si fosse ammalato avrebbe continuato su questa strada.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.