BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REGNO UNITO/ Morto da dieci mesi ma l'assistenza sociale continua a chiedergli perché non va agli appuntamenti

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

E' morto dieci mesi fa, ma ai suoi genitori continuano ad arrivare avvisi da parte dell'assistenza sociale, che chiedono perché il giovane non si presenti agli appuntamenti da loro richiesti. E' l'allucinante caso di una famiglia inglese il cui figlio 31enne è morto appunto da dieci mesi per cause ancora incerte, sembra per un medicinale che gli era stato prescritto. Lo stesso medicinale che gli impediva di lavorare e per cui Marc, il giovane defunto, aveva chiesto aiuto da parte dell'assistenza sociale. Secondo quanto dichiarato dal padre del giovane, in questi mesi sono arrivate dozzine di lettere in cui si chiedeva perché, dopo aver presentato richiesta, Marc non si recasse nei loro uffici. Non solo: è arrivata anche una richiesta di restituzione di 268 sterline che il ragazzo aveva chiesto in prestito. Ovvia la rabbia della famiglia, che dopo aver ricevuto l'ennesimo sollecito ha deciso di rivolgersi alle autorità competenti non prima di aver fatto notare all'ente quanto stava accadendo: ogni volta che ho telefonato, ha detto il padre, mi hanno risposto che avrebbero provveduto, ma le lettere continuano ad arrivare. "Se avessi fatto una cosa analoga sul mio posto di lavoro" ha detto "mi avrebbero immediatamente licenziato invece all'assistenza sociale nessuno si prende alcuna responsabilità". Adesso il DWP, l'ente in questione, ha assicurato di aver preso provvedimenti, lamentando un errore del computer che generava automaticamente le lettere di sollecito. Ma nessuno si era curato di verificare di persona perché Marc non andasse ai loro appuntamenti. 



© Riproduzione Riservata.