BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GINEVRA 2/ Siria, il doppio errore che farà fallire tutto

Pubblicazione:

Bashar al Assad (Infophoto)  Bashar al Assad (Infophoto)

Peraltro per un verso il regime di Assad non poteva fare a meno di esserci, e per l’altro non ci si poteva permettere di lasciarlo fuori. Perciò sin dalla sessione inaugurale dei negoziati il ministro degli Esteri siriano è entrato nella trattativa attaccando Ban Ki-moon e respingendo a priori tale condizione. Poi magari durante i colloqui a porte chiuse che inizieranno domani a Ginevra si arriverà imprevedibilmente a qualcosa di positivo. Siamo però appunto nel campo dell’imprevedibile. 

La situazione è aggrovigliata oltre ogni dire, ma in fin dei conti il bandolo della matassa è in mano alle potenze che finanziano il conflitto: dalla parte di Assad la Russia e l’Iran, e da quella dell’insurrezione gli Stati Uniti, ohimè l’Unione Europea  e alcuni Paesi arabi. E’ innanzitutto a questo livello che la trattativa deve cominciare, e il nostro governo potrebbe, se volesse, fare qualcosa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
23/01/2014 - Non è questione di discorsi. (claudia mazzola)

Lo so io sono terra terra ma il mega businees delle armi? Chi le compra se non c'è guerra? Purtroppo...