BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INDIA/ Gli anziani ordinano: stuprate la ragazza che ha un fidanzato di un altro villaggio

Ennesimo caso di violenza sessuale nei confronti di una ragazza indiana: è stata condannata allo stupro perché aveva un fidanzato di un villaggio diverso dal suo

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Ormai sono notizie quotidiane, l'assurda e feroce violenza contro le donne indiane. Secondo un rapporto dello stesso governo indiano pubblicato nel 2007, la metà dei giovani dagli zero ai 15 anni in India ha subito abusi sessuali il che significa quasi duecento milioni di persone. L'ultimo episodio accaduta dimostra come le antiche tradizioni secolari di un maschilismo assoluto siano nel terzo millennio l'unica legge a cui ancora gran parte degli indiani ubbidisce. Una ragazza di 20 anni è stata condannata allo stupro di massa da parte degli anziani del suo villaggio perché aveva una relazione affettiva con un giovane di un altro villaggio, un giovane che non apparteneva ad alcuna comunità tribale come invece la ragazza: vietato per gli anziani, ed ecco la punizione. E' intervenuta la polizia che ha proceduto con l'arresto di 13 persone, ma per la giovane la vita non sarà più la stessa. Ecco nei dettagli cosa è successo. I due ragazzi si frequentavano da circa cinque anni. Quando lui è stato visto nel villaggio della ragazza, sia lui che lei sono stati "arrestati" e portati davanti a una corte improvvisata composta di anziani. La condanna è stata una multa pari a 25mila rupie e cioè circa 400 dollari per "il crimine di essersi innamorati". L'uomo ha pagato la sua multa, ma la ragazza non è stata in grado di farlo. Non potendo pagare la multa, la sua pena è stata convertita in stupro di massa. 

© Riproduzione Riservata.