BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SHANE MICHAEL HALEY/ La storia del neonato vissuto solo quattro ore. I genitori: ha realizzato tutti i suoi desideri

è vissuto solo tre ore e 45 minuti il piccolo neonato di Philadelphia, giusto il tempo di stare tra le braccia dei suoi genitori che lo hanno amato tantissimo.

foto: Infophotofoto: Infophoto

La sua tenera vita è durata solo tre ore e 45 minuti, ma è stata intensa grazie a papà Dan Haley e mamma Jenna, che non gli hanno fatto mancare il loro affetto e i divertimenti quando lui era ancora nella pancia della mamma. Tutto è documentato in un album fotografico pubblicato su una pagina Facebook alla quale hanno aderito 700mila persone. Shane Michael, è questo il nome del piccolo, è appunto vissuto quasi quattro ore, giusto il tempo di stare tra la braccia di mamma e papà, ma poi la sua malattia se l’è portato via: il neonato era affetto da anencefalia, una patologia che non consente al cervello di formarsi. La diagnosi era stata fatta quando Jenna era incinta di tre mesi. Ma la coppia di Philadelphia ha deciso di portare a termine la gravidanza e l’hanno vissuta intensamente, facendo – per esempio – visitare al bimbo (dentro la pancia della madre) – tutti i posti che i genitori hanno pensato che avrebbe voluto vedere: da Disneyland al mare, da Time Square all’Empire State Building a New York, dallo zoo alle partite di baseball. “Shane ha vissuto la sua intera vita tra le braccia di persone che lo hanno amato incondizionatamente”, hanno scritto papà Dan e mamma Jenna. “Non si può chiedere una vita più bella”. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.